Braley si esibisce con l’Orchestra di Parigi, l’Orchestra nazionale francese, la Filarmonica di Radio-France, l’Ensemble orchestrale di Parigi, le Orchestre di Bordeaux, Lille, Montpellier e Tolosa, l’Orchestra nazionale belga, L’Orchestra filarmonica reale di Liegi, la Filarmonica di Rotterdam, la Filarmonica di Londra, l’Orchestra sinfonica gallese BBC, l’Orchestra reale nazionale scozzese, l’Orchestra sinfonica di Göteborg, l’Orchestra reale di Copenaghen, le Orchestre della Svizzera romanda e italiana, la Filarmonica di Tokio, l’Orchestra sinfonica di Boston, l’Orchestra sinfonica di Baltimora, l’Orchestra sinfonica di Seattle, l’Orchestra filarmonica di Los Angeles…Tra i direttori d’orchestra per i quali suona, spiccano nomi di fama internazionale come Charles Dutoit, Armin Jordan, Eliahu Inbal, Kurt Masur, Sir Yehudi Menuhin, Yutaka Sado…

Dal 2014, ricopre il ruolo di Direttore musicale dell’l’Orchestre Royal de Chambre de Wallonie.

Oltre alla sua consueta attività di solista, è un appassionato di musica da camera. Collabora regolarmente con Roel Dieltiens e l’Ensemble Explorations, Maria João Pires, Augustin Dumay, Emmanuel Pahud, Renaud e Gautier Capuçon, Paul Meyer, Gérard Caussé, Eric Le Sage, Mischa Maïsky, Yuri Bashmet…

Frank Braley è inoltre un noto estimatore di progetti originali ai quali partecipa con entusiasmo, come quello che lo ha visto partecipe dell’integrale delle sonate di Beethoven, che si è tenuta nel 2004 in occasione del festival La Roque d’Anthéron, a Parigi, Roma e in Brasile, ripresa nel 2005 a Bilbao, Lisbona e Tokio.

La sua ultra premiata discografia (Diapason d’OrChoc du Monde de la Musique, “Recording of the month” de Gramophone) è disponibile presso Harmonia Mundi, BMG, Virgin Classics ed Erato.